Cerca nel blog

lunedì 27 giugno 2011

HAPPY BIRTHDAY


Buon lunedì e buon inizio settimana a tutte voi dolci amiche blogghine.






Ho organizzato una festa.


 
Ho preparato una marea di torte e dolci vari per tutti i gusti.



Prego, prendete posto e sedete.
 

Regali? Si si si che li voglio.
 
Voglio che portiate con voi la vostra allegria, la simpatia, la creatività che vi contraddistingue e perchè no? Anche qualche amica.
 
The o caffè?





 
Per chi è a dieta ...come me... ho preparato queste. 
 



 
Non serviranno a placare lo stomaco ma a ritemprare lo spirito




sabato 25 giugno 2011

Abito da sera

Oggi è il giorno del tanto atteso matrimonio di Valentina con Adriano. Tutto è pronto... persino il vestito da sera di mia figlia cucito da me. Un'impresa a dir poco ardua, ma venuta bene tutto sommato. Certo, mai mi sarei immaginato di poter arrivare a tanto...ma come si suol dire, il bisogno aguzza l'ingegno, e farle spendere una caterba di soldini mi dispiaceva veramente tanto. Non vi dico quante volte gliel'ho dovuto misurare; si può dire che l'ho cucito praticamente addosso a lei. E' stato corredato poi da una giacchettina tipo stola, una pochette ed un piccolo fiore per i capelli. Insomma non ci crederete ma ci ho impiegato 20 giorni per completare il tutto, ovviamente durante il tempo libero dal lavoro e dalle cose di casa. Le rinunce fatte in questo periodo? Tante, innanzi tutto il mare. Mi sono accontentata di guardarlo su qualche post delle altre blogghine.  Volete mettere però la soddisfazione? Gongolo... gongolo ihihihihih...........l'ho fatto ioooooooooooooooo

P.S. Ho dimenticato di fare le foto alla pochette, va bè, le posto domani.










venerdì 17 giugno 2011

Barbie

Ci sono cose racchiuse in ognuno di noi che non 
immaginiamo nemmeno di custodire.
Poste lì nell'angolo più remoto della memoria, e poi all'improvviso spuntano in mente così, dal niente.
Non sai nemmeno di averle, eppure eccole, a un tratto riaffiorano, come se fosse stato ieri, lucido e vivo il ricordo che sembra persino di vivere in quel momento le emozioni che hanno suscitato tanti, tanti anni fa.
Un incontro strano . La bimba di una mia amica. Teneva stretta tra le braccia una bambola, una Barbie per l'esattezza. Frasi di rito: ciao, bella la tua bambola. Te l'ha regalata la mamma? No, mi risponde la piccola, me l'ha regalata mia zia, la zia Anna. In quel momento eccolo apparire " il ricordo". Anch'io ho avuto la mia prima Barbie da mia zia. Si chiama anche lei Anna. Ed eccola qui la mia Barbie di tanti anni fa. No care amiche non ho foto da mostrarvi di quella bambola, eppure eccola che la vedo ancora adesso. Una bambola speciale, bellissima,  bionda, i capelli raccolti in una coda, un piccolo fermaglio a reggerla. Un impermeabile rosso di pelle, o almeno così sembrava, lucido, uguale a stivaletti dello stesso
colore. Non ricordo in quale occasione mi fù regalata, ma ricordo esattamente l'anno. Era il 1968, avevo 5 anni, mia zia era una bella ragazza e frequentava la scuola superiore, studiava per fare la ragioniera. Ogni mattina prendeva l'autobus per andare a scuola con in tasca qualche soldino per fare merenda. Pochi soldini a dire la verità. Giusto quelli per poter comprare il panino. Ma la zia Anna il panino non lo comprava. Sulle riviste aveva visto una bambola straordinaria "la Barbie", e aveva deciso che io dovevo averla ad ogni costo. Ci sono voluti mesi di sacrifici e di merende non fatte per racimolare la cifra necessaria. Alla fine però, il sogno divenne realtà. Arrivò a casa mia con un pacchetto che aveva dello straordinario...lo so, lo so che oggi può sembrare stupido quello che vi sto raccontando, ma credetemi se vi dico che 43 anni fa le Barbie non le aveva quasi nessuno. In zona non si trovavano nemmeno nei negozi di giocattoli, dovette odinarla su un catalogo e aspettare l'arrivo. In tutta la mia vita penso di non aver mai più ricevuto un regalo così bello. A volte penso di non averla mai ringraziata abbastanza, e non solo per la bambola. Lei c'è sempre e c'è sempre stata per me. Lei mi ha insegnato a leggere, a scrivere, ad amare la gente. Lei mi ha fatto vedere il primo supermercato, lei mi ha portata al mare in primavera, con i libri appresso per non farmi perdere un solo attimo di studio. Lei mi preparava da mangiare la sera, quando i miei genitori rincasavano tardi dal lavoro ed io mi addormentavo sul tavolo della sua cucina aspettando che passassero a prendermi.
Lei è... semplicemente... è ... la zia 


giovedì 16 giugno 2011

Benvenuti in Paradiso

Da quattro giorni sono a dieta! Ma no...ma va. Si si si, sono disperataaaaa, cerco nel frigo qualcosa da sgranocchiare, ma, conoscendomi, ho fatto bene a riempirlo solo di carote e fagiolini, e pomodori e lattuga. Oddiooooo, ho un buco allo stomaco. Aspetto con ansia l'ora del pranzo e della cena, come se tutta la vita ruotasse intorno a quei momenti. Ce la devo fare, non perchè sia grassa, ma... insomma qualche chiletto in meno prima delle vacanze. Vuoi mettere? Onde non avere tentazioni ho appiccicato sul frigo una foto di una sventola in bikini e la foto di una tipa super cicciosa, così non cedo! Sul web ho trovato anche un sito che dispensa consigli su cosa indossare mentre si è a dieta.
Quattro sono i colori dimagranti:
Il bianco- disintossicante
Il blu- regola l'intestino
Il verde- calma la fame
Il giallo solare e gioioso dona energia anche quando stai morendo di fame.
E allora via dall'armadio gli altri colori, per carità accantoniamo il nero, secondo il manuale ricorda la cioccolata, la nutella, la frutta secca e via dicendo.
Per consolarmi da cotanta mancanza, mi faccio un bel giro nel web per sognare e per riempire invece della panza, gli occhi.














domenica 12 giugno 2011

Ma che bella domenica di relax

Spero che abbiate passato una bella domenica.
La mia è stata di completo relax, ho dormito tanto, ho recuperato il sonno che ultimamente era latitante. Dopo la splendida giornata di ieri, il matrimonio della mia amica Betta, ero distrutta. Tornata a casa all'alba, sono caduta in letargo. Ho tante cosine da raccontarvi a proposito del matrimonio, sto aspettando però le foto fatte con la macchinetta di un'altra mia amica, appena sarò pronta ve le farò vedere. Ma torniamo al relax, che ne dite di un riposino sotto una fresca veranda, magari piena di fiori e stranezze varie? Insomma cose che piacciono a noi, pescate nel web e fatte per sognare. Buona visione... io torno a riposare.





sabato 11 giugno 2011

Una capretta shabby

Buon sabato.

Finalmente splende il sole, e meno male, visto che stasera si sposa la mia amica e collega Elisabetta.
Prima di dare inizio ai preparativi di restauro personali, vi voglio far vedere cosa ha scovato mio marito sul terrazzo dei suoi genitori. Povera capretta, abbandonata alle intemperie da chissà quanti anni. Ovvio che sapendo quanto mi piacciono le cose vecchie, l'ha subito caricata sulle spalle e consegnata alla sottoscritta.
Non vi dico la  gioia, erano mesi che cercavo un tavolino da mettere in cucina dove poter tenere la macchina da cucire sempre a portata di mano. Ora però ci vorrà una bella pulita, una bella sgrattuggiata e una mano di tinta, o forse più di una. Non potevo però aspettare a farvela vedere. Eccola qui in tutto il suo splendore, molto molto shabby e poco chic ancora.  Mi ci vorrà anche un coprimacchina, non posso mica lasciare la mia Necchi su questa meraviglia col suo vestito di plastica!
Scappo dal parrucchiere che la giornata si preannuncia lunghissima e piena di impegni. Buon fine settimana e un bacio. Anna


giovedì 2 giugno 2011

Fiori di seta

Il vestito da sera procede...a rilento ma procede. 
Oggi, mia figlia guardava le acconciature e ha deciso che tra i capelli vuole mettere un fiore di tessuto.
Ovvio che dove lo va a trovare uguale uguale al tessuto del vestito, quindi mi tocca.
Mentre lo realizzavo mi è venuto in mente, magari, di postare le foto del procedimento, e da qui il tutorial.


Iniziamo col tagliare nove cerchi di tre misure differenti. Io come partner ho utilizzato questi tre oggetti:


Disegnate al centro un puntino e tracciate delle linee in questo modo:


Proseguite poi col tagliare lungo il tratteggio sino a circa 1,5 cm dal centro


Accendete un tea-light o una candela e bruciate i bordi di ogni petalo


Unite tutti i cerchi dai più grandi ai più piccoli e cucite insieme i vari pezzi.


Questo è il risultato finale.

Da oggi e sino al 13 Giugno colgo al volo il suggerimento di Raffaella del blog http://melogranoantico.blogspot.com/
e pubblico anch'io ad ogni post questo


Un bacio Anna.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget