Cerca nel blog

Caricamento in corso...

domenica 13 maggio 2012

A te...



A volte ti guardo mentre sei assorta nei tuoi pensieri,
Mentre tutti ridiamo e scherziamo, tu sei lì che pensi.
Ti guardo e vedo i tuoi capelli bianchi,
il volto stanco e segnato da anni di fatica. 

Tu sei sempre lì, pronta a caricarti delle nostre
preoccupazioni, dei nostri malesseri. 
Pronta a consolarci  come se fossimo  ancora fanciulli.
Quanto possiamo essere egoisti, a volte, noi figli.
Ti raccontiamo la nostra vita per alleggerirci dai fardelli pesanti che
ci gravano addosso,
senza curarci  che, invece, poi, il peso lo abbiamo scaricato ancora una volta su di te.
 Ecco a cosa pensi: ai nostri dolori, alla nostra vita.

La tavola è pronta, apparecchiata con tanta cura.
L'odore dalla cucina arriva forte in sala.
Hai preparato mille ricette
per accontentare i gusti di tutti. 
Quando è morta la nonna mi dicesti: una donna è figlia solo fino a quando ha la mamma, dopo è solo mamma.
Capisco benissimo il significato delle tue parole,
 Tutti quanti vorrebbero essere figli per sempre, 
perchè  l'amore che ti può dare la  mamma, è  incondizionato.
 Con lei non è necessario fingere, non è necessario essere bravi a tutti i costi, con lei basta essere cosi, come siamo.
Sono stata molto fortunata ad avere avuto una mamma come te.
Con tutto il mio amore.

2 commenti:

  1. è un post emozionanante e condivisibile... siamo sempre figlie finchè abbiamo la fortuna di avere ancora la mamma...un abbraccio Lory

    RispondiElimina
  2. Belle parole Anna...una bacio a tua mamma....

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Loading...

Condividi